29 Febbraio 2024
Via Bottazzi
Attualità Magazine Musica Senza categoria

Lorenza Borrani: una vita per la musica

Lorenza Borrani è una delle violiniste più conosciute nel panorama artistico italiano e straniero. 

La vita di Lorenza Borrani

La sua carriera da musicista è cominciata quasi per caso, grazie alla sua vicina olandese che suonava il flauto. Accorgendosi della sua curiosità verso la musica, le ha consigliato di intraprendere la strada del conservatorio

All’età di 5 anni quindi prova a entrare alla scuola di musica di Fiesole e partecipa a un provino. Dopo essere stata ammessa le chiedono quale strumento vuole suonare. Lei risponde di voler imparare a suonare la tromba ma, non essendo possibile, sceglie così il violino.

Lorenza Borrani

Il percorso artistico

Dopo aver debuttato, a soli 12 anni, con il Concerto per due violini di Bach la sua carriera continua e riesce a far parte, dal 2005 al 2008, dell’Orchestra Mozart. Ha suonato il Concerto per violino n. 7 di Mozart sotto la direzione di Claudio Abbado nel novembre 2006 presso il Teatro Comunale di Ferrara.

Si esibisce sia da solista sia come direttore d’orchestra nei teatri e nei festival di tutto il mondo, da Edimburgo a Berlino. Tra i tanti vi è il Philarmonie di Berlino (Berlin Musikfest 2013), il Festival di Edimburgo, con trasmissione radio dei concerti per la BBC, la Cité de la Musique di Parigi, il Concertgebouw di Amsterdam, la Sidney Opera House e il Philarmonie di Radio France.

In occasione del venticinquesimo anniversario della caduta del Muro di Berlino è stata invitata a preparare e dirigere l’Orchestra Giovanile Europea. Presso la Haus der Kulturen di Berlino, rappresentava i 28 paesi aderenti all’Unione Europea a cui si rivolgeva il discorso del Presidente Martin Schulz.

Spira Mirabilis

Nel 2007 si dedica al progetto Spira Mirabilis. Uno spazio, una dimensione, in cui musicisti professionisti o sul punto di diventarlo, possono continuare a studiare insieme, imparare come si studia una partitura e come costruire una interpretazione comune di essa. Composta da circa 50 giovani, questa orchestra si esibisce senza un direttore sul podio: le esecuzioni sono scandite dali attacchi del primo violino o viola, a seconda dei casi. Si è già esibita nei concerti alla Queen Elizabeth hall di Londra, all’Accademia filarmonica romana e all’Aldeburgh music festival di Berlino.

A soli 25 anni, nel 2008, diventa leader della Chamber Orchestra of Europe.

Oltre alla carriera da concertista, insegna violino per i corsi di perfezionamento presso la Scuola di Musica di Fiesole e dal 2019 è Visiting Professor presso la Royal Academy of Music di Londra.

Ritorna a esibirsi al Teatro Verdi di Firenze, a partire dal mese di Febbraio fino a al mese di Maggio.

Lorenza sa che il fare musica è un’attività collettiva, di confronto, di scambio, di ascolto reciproco. Suonando con gli altri, le tue capacità si moltiplicano.

A cura di Stefania Giannetto