21 Luglio 2024
Via Bottazzi
Attualità Eventi Magazine Musica News

Eurovision 2022: Mahmood e Blanco a rischio eliminazione

Il sogno di Mahmood e Blanco, prossimi partecipanti italiani di Eurovision 2022, sta già rischiando di infrangersi: la loro “Brividi”, hit di successo che li ha consacrati vincitori del 72esimo Festival di Sanremo, non rispetta il regolamento tecnico della competizione mondiale. I cantanti sono a rischio eliminazione.

MAHMOOD E BLANCO 2.jpg

Stando a quando riportato da Mahmood, intervistato da Radio Italia negli scorsi giorni, il brano in gara dura troppo secondo gli standard dell’Eurovision, che accetta canzoni che non superano la soglia dei tre minuti. Ecco cosa ha detto a proposito: ‹‹Sì c’è un problema tecnico per l’Eurovision, perché la canzone è troppo lunga. Cercavamo in tutti i modi di accorciarla. Abbiamo provato a dire: ‘Ok, l’ultima parte la cantiamo senza base…’. Niente, sono proprio 3 minuti e dopo non so, ti chiudono le tende”.

I due artisti stanno cercando la soluzione per evitare la squalifica a fianco del loro produttore Michelangelo, all’anagrafe Michele Zocca: ‹‹Sta cercando di fare l’impossibile. Lui dovrà tagliare 30 secondi e in una canzone sono tanti. Avrete quindi una versione diversa da quella del Festival, ma vi giuriamo che sarà bellissima comunque.››

MAHMOOD E BLANCO 4.jpg

La regola dei tre minuti ha colpito ancora una volta, dopo i casi dei Maneskin e di Francesco Gabbani, risalenti rispettivamente al 2021 e al 2017… ma com’è nata l’idea di introdurre una regola del genere? Nel 1957 il cantante italiano Nunzio Gallo partecipò con il brano “Corde della mia chitarra”, dalla durata di 5 minuti e 19 secondi. La giuria giudicò eccessivi i tempi della canzone, per cui il regolamento venne modificato nel modo in cui conosciamo. 

A cura di Alessia Castelli

Guarda anche: Mahmood e Blanco il cielo in una stanza